quando

sabato 24 febbraio SFILATA DI CARNEVALE al parco 22 aprile

ORE 14.30

Partenza dall’anfiteatro del Parco XXII aprile.

Navigheremo in maschera sulle barche seguendo l’antico corso del fiume Naviglio e faremo insieme una buona merenda offerta da Coop Alleanza 3.0. 

lunedì 19 febbraio laboratorio di carnevale: BARCHE, VELIERI & SOTTOMARINI!

 

alle ore 17.00 presso la Polisportiva Villa D’oro a Modena Via dei Lancillotto 10/12, 1°piano 

Per costruire il tuo costume di carnevale porta una grande scatola di cartone...

si trasformerà in un fantastico mezzo acquatico! 

Laboratori gratuiti a iscrizione obbligatoria al numero 338 4169646 o

elisaleoni@zeroincondotta.net indicate nel messaggio: data, nome, classe 

 

venerdì 16 febbraio laboratorio di carnevale: MEDUSE, PIOVRE O POLIPI!

 

alle ore 17.00 presso la Polisportiva Villa D’oro a Modena Via dei Lancillotto 10/12, 1°piano 

Per costruire il tuo costume di carnevale porta tutti i nastri o i calzini che riesci a trovare, diventeranno materiale prezioso per la tua maschera! ! 

Laboratori gratuiti a iscrizione obbligatoria al numero 338 4169646 o

elisaleoni@zeroincondotta.net indicate nel messaggio: data, nome, classe 

 

 

 

mercoledì 7 febbraio laboratorio di carnevale: SQUALI BALENE & PESCI ROSSI

alle ore 17.00 presso la Polisportiva Villa D’oro a Modena Via dei Lancillotto 10/12, 1°piano 

Per costruire il tuo costume di carnevale porta una grande scatola di cartone...

si trasformerà in un divertente animale marino! 

Laboratori gratuiti a iscrizione obbligatoria al numero 338 4169646 o

elisaleoni@zeroincondotta.net indicate nel messaggio: data, nome, classe 

 

"IL MIO NOME E' MARIO"

GIORNATA DELLA MEMORIA 

domenica 28 gennaio 2018 • ore 15.30 

CENTRO SOCIALE E ORTI SANT'AGNESE

Strada Panni, 202 ~ Modena 

LO SPETTACOLO

All’indomani dell’8 settembre 1943, 

un giovane militare, cresciuto ed educato durante il fascismo a credere-obbedire-combattere, 

si trova sbandato e incerto, di fronte ad una scelta di vita e sente un forte impulso a ridefinire 

velocemente i propri valori per ispirarsi a un nuovo ideale di riscatto sociale e politico, come centinaia di 

migliaia di commilitoni. L’incontro con alcuni antifascsti risolve i suoi dubbi e orienta il suo 

impeto e la sua generosità all’interno della lotta partigiana nella quale assume ben presto il ruolo di commissario politico. Sullo sfondo di questa 

storia, a metà strada tra realtà e finzione, c’è il mondo contadino delle nostre terre, la collaborazione della gente, il coraggio delle staffette, le paure 

e le speranze di un popolo. Nello spettacolo, opere del teatro civile-storico di narrazione, sono inseriti immagini e filmati 

d’epoca, canti di lavoro e della resistenza per sottolineare i contenuti sociali più importanti della prima 

metà del Novecento e... per non dimenticare la memoria del nostro passato 

più recente.